FASE DI SCARICO E CARICO DELLE OLIVE
Le olive provenienti dalla raccolta, vengono portate nell'oleificio e dopo la pesatura, stoccate in cassoni in polietilene per uso alimentare o alla rinfusa su piazzale con pavimentazione cementato, vengono versate in una tramoggia e collegata al nastro di elevazione, direttamente nel defogliatore crivellatore che dopo la fase di defogliazione e ventilazione, permette di eliminare tutto il terriccio che può attaccarsi durante la raccolta. versa le olive in una seconda tramoggia collegata alle vasche per l'alimentazione dei frantoi.

FASE DI FRANTUMAZIONE DELLE OLIVE
Dette olive vengono immesse in due frantoi a molazze, che effettuano mediante rotazione di tre pietre in granito ed unitamente all'azione di un sistema di palette di gramolazione, lo schiacciamento delle olive cadute all'interno di detti frantoi sino alla rottura completa delle stesse le quali in circa venti minuti, diventano una massa di pasta omogenea.

FASE DI GRAMOLAZIONE PASTA ED AZIONE TERMICA
La drupe, dopo la frantumazione, arriva nelle gramole dove viene impastata e rimescolata con apposite palette in acciaio inox, fino a raggiungere la temperatura di circa 25° a seconda della temperatura esterna, per un periodo di circa 40 minuti. Con questo sistema si ottiene una premitura a freddo come prevede la normativa non superando i 27°, quindi convogliati attraverso un convogliatore centrale il quale attraverso uno speciale dosatore, provvede a dosarla su appositi diaframmi (fiscoli).

FASE DI CARICO E PRESSIONE
I diaframmi, carichi di pasta di olive stratificata, mediante macchina impilatrice a 2 bracci, vengono sollevati e depositati su appositi carrelli con al centro un tubo di acciaio forato. Detta fase di carico viene alternata con la stratificazione ogni quattro diaframmi, con dischi circolari metallici. I predetti carrelli vengono sistemati nel proprio alloggiamento delle superpresse ad arco e mediante il funzionamento di pompe idrauliche vengono spinti dall'azione di un pistone verso la parte superiore fino a raggiungere una pressione di 450 atmosfere per centimetro quadro.

FASE DI RACCOLTA MOSTO OLEOSO
Il mosto oleoso scende lungo le pareti esterne della torre in pressione e viene raccolto nella parte inferiore del carrello a forma di bacinella munita di un'apertura di scolo che convoglia mediante caduta naturale attraverso retine di filtraggio, ad appositi pozzetti di raccolta ricavati a piano di pavimento sul retro delle superpresse in acciaio inox.

FASE FINALE DI RACCOLTA MOSTO E PULITURA DELL'OLIO
L'olio o mosto oleoso, raccolto dai pozzetti predetti attraverso pompe, viene immesso in un apposita centrifuga, la quale permette le seguenti fasi:
1) la divisione dell'olio dall'acqua vegetativa;
2) attraverso il passaggio di circa 80 dischi in acciaio inox, permette la filtratura quasi totale dell'olio rendendolo mangiabile e presentabile.
Dopo detta fase, l'olio attraverso delle pompe specifiche, viene stoccato in cisterne in acciaio inox AISI 304 per la maturazione e successivamente commercializzato sul mercato attraverso bottiglie da 1 lt. o bottiglie da 0,750 lt. o lattine da 5 lt. o col sistema della vendita all'ingrosso ad altre aziende.

Copyright © Frantoio Oleario Labianca. All rights reserved. P.IVA 01558880710 | Powered by MIDO